F.A.Q.

Hai una domanda? Scegli tra le differenti tematiche proposte.

Troverai nelle sezioni sottostanti le risposte alle domande più frequenti.

Acquisto veicolo

Il cliente deve fornire al concessionario:
  1. il numero di codice fiscale;
  2. fotocopia di un documento di identità/riconoscimento;
  3. dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza dell'acquirente, qualora la residenza non sia riportata sul documento presentato.
  1. fotocopia di un documento di identità/riconoscimento;
  2. il numero di codice fiscale;
  3. l'attestazione del reddito (busta paga per un lavoratore dipendente, l'ultima dichiarazione dei redditi per un lavoratore autonomo, il cedolino della pensione per un pensionato).
Per legge l'esenzione dal pagamento dell'IPT per l'acquisto di veicoli si applica a favore delle seguenti categorie di disabili:
  1. disabili con ridotte o impedite capacità motorie permanenti i cui veicoli siano stati adattati per la loro locomozione (art. 8 L. 449/97)
  2. disabili psichici o mentali di tale gravità da aver determinato il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento (art. 30, comma 7, L. 388/00)
  3. disabili con grave limitazione alla capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni, a prescindere dall'adattamento del veicolo (art. 30, comma 7, L. 388/00)

Il veicolo deve essere intestato al disabile, oppure alla persona cui il disabile è fiscalmente a carico. L'esenzione si applica sia nel caso che il veicolo sia condotto dal disabile, sia nel caso in cui sia utilizzato per l'accompagnamento del disabile.

E' prevista l'applicazione dell'Iva al 4% anzichè al 22% per l'acquisto di auto nuove o usate da parte di disabili. Le autovetture devono avere cilindrata fino a 2000 centimetri cubici se con motore a benzina e fino a 2800 centimetri cubici se con motore diesel. L'aliquota agevolata si applica solo in caso di acquisto effettuato direttamente dal disabile o dal familiare di cui egli sia fiscalmente a carico.
  1. Certificato di proprietà;
  2. il documento del veicolo che funge da dichiarazione di vendita (su cui è stata infatti autenticata la firma del venditore/concessionario)
    Avvertenza: in alternativa al CdP è possibile presentare un atto di vendita redatto in forma bilaterale con firma autenticata del venditore/concessionario e dell'acquirente; oppure un atto pubblico; oppure una sentenza in copia conforme all'originale;
  3. Carta di Circolazione;
  4. Documento di identità valido del cliente. Se l'acquirente è un cittadino extracomunitario è necessario presentare anche il permesso di soggiorno;
  5. Numero del codice fiscale del cliente;
  6. Modulo TT2119 di richiesta d'aggiornamento della Carta di Circolazione – in distribuzione gratuita presso gli sportelli delle unità territoriali ACI PRA e della Motorizzazione Civile.

Per prima cosa è necessario fare la denuncia alla Polizia o ai Carabinieri, indicando nel testo della denuncia il numero di targa del veicolo.  Se sono stati rubati anche il certificato di proprietà e/o la Carta di Circolazione, è necessario indicarlo nella denuncia. La denuncia può essere presentata dal proprietario del veicolo o da una qualsiasi altra persona.

Entro 3 giorni dal furto bisogna comunicare il fatto alla propria compagnia di assicurazione auto alla quale fornire i seguenti documenti:

  1. ORIGINALE DELLA DENUNCIA DI FURTO, rilasciata dalle Autorità Competenti;
  2. ESTRATTO CRONOLOGICO e CERTIFICATO DI PERDITA DI POSSESSO O DI RADIAZIONE, rilasciato dal PRA;
  3. CERTIFICATO DI CHIUSA INCHIESTA rilasciato dalla Cancelleria del Tribunale.

Post vendita

La revisione si effettua per la prima volta dopo 4 anni dalla data di prima immatricolazione.

Successivamente le revisioni si effettuano ogni 2 anni sempre nel mese in cui si è fatta la prima volta.

Contatta direttamente una delle nostre officine e consulta il nostro configuratore per conoscere il costo dell’intervento.

Tutte le prestazioni sono garantite per 2 anni sui ricambi e sulla manodopera.

La sostituzione della batteria è garantita per 2 anni su ricambi e manodopera.

Consulta le nostre disponibilità nel nostro catalogo on line.
  1. Garanzia del Costruttore di 2 o 3 anni a seconda del modello: riparazione gratuita ricambi e manodopera, assistenza 24 ore su 24 in caso di guasto immobilizzante con riparazione sul posto o traino.
  2. Garanzia Verniciatura di 3 anni: ripristino dell’integrità degli elementi che presentano difetti di verniciatura riconosciuti dal Costruttore, tenendo conto delle condizioni generali del veicolo.
  3. Garanzia Anticorrosione di 12 anni: senza limiti di chilometraggio e a condizione che i controlli anticorrosione vengano effettuati a scadenza biennale, ai chilometraggi.

Veicoli elettrici

I clienti Z.E. possono sottoscrivere un abbonamento con la società energetica di riferimento e ricevere presso i concessionari Renault Expert Z.E. tutte le informazioni utili per accedervi.
I nostri veicoli elettrici sono dotati di sistemi che avvisano il conducente quando l'autonomia è limitata. In caso di esaurimento della batteria, il veicolo non si ferma all'improvviso, ma è in grado di procedere a velocità ridotta per alcuni chilometri. Un servizio di assistenza attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 assicura al cliente il traino del veicolo fino a un punto di ricarica di sua scelta, entro un raggio di 80 km.
La riparazione viene eseguita gratuitamente, a condizione che il cliente abbia rispettato le istruzioni per la manutenzione e che il veicolo presenti un problema imputabile a un difetto di fabbricazione, materiale o montaggio, indipendente dalla normale usura, da un uso improprio, da cause esterne ecc. La garanzia Renault è applicata a tutti i componenti del veicolo, per tutti i difetti coperti dalla garanzia contrattuale; sono incluse la presa in carico delle riparazioni dei componenti e la manodopera per un periodo di 2 anni se l'incidente riguarda la base del veicolo.
Twizy necessita manutenzione annuale (con costi inferiori del 40% rispetto ai veicoli a motore termico). Kangoo Z.E.e ZOE, manutenzione biennale.